Verdina delle saline

Libellulinae, Wolgam fluvium inter et montes Uralenses observatae, Libellulinarum species novae, quas inter Wolgam fluviam et montes Uralensis observavit Dr. Eduard Eversmann. Bull. Soc. imp. Nat. Moscou 9:233, 235-248.

DESCRIZIONE

Di grandi dimensioni (39-48 mm), si distingue dalle specie congeneriche per l’estesa purinostà che le conferisce una colorazione viola-blu scura e per gli pterostigmi sono grandi e neri.

ECOLOGIA

Relativamente precoce (fine aprile) mostra un picco di presenze nei mesi estivi fra giugno e agosto.Si rinviene più frequentemente presso stagni retrodunali, anche salmastri spesso in associazione con lo scirpo marittimo Bolboschoenus maritimus.

DISTRIBUZIONE

Riportata per pochi siti di Puglia e Sardegna. In Sicilia segnalata in passato, come per l’Emilia Romagna dove però attualmente sembrerebbe scomparsa.